Archive for the ‘lori’ Category

Un disegno al giorno: 4 – Autoritratto 1

05/09/2011

Autoritratto 1

E con questo vinciamo anche la remora di disegnare anatomia umana. Non è venuto molto bene, ho perso la pazienza per le ombreggiature… Vista la disponibilità del modello continuerò non appena mi cresce la pazienza.
In questi giorni ho un po’ trascurato il disegno, per mancanza di un’ora – ora e mezza libera continuativa. Voglio provare a fare cose piccole (gioielli, chiavi ecc) per risparmiare tempo e allenarmi nelle tecniche!
Ciao ciao a tutti 🙂

Annunci

Un disegno al giorno: 3 – Orecchini

05/09/2011

Orecchini

Ecco un disegno veloce veloce (solo una mezz’oretta!!!) fatto con la tecnica del puro contorno che mi ha ricordato Francesca (scusa!!! Non me la ricordavo neanche questa tecnica!!!).

Un disegno al giorno: 2 – Pane e cipolle

26/08/2011

Pane e cipolle

Ecco fresca fresca la produzione di oggi… che dire… per una ciofeca del genere ci ho messo più di un’ora… 😦 madonna che roba brutta, non ingrandite la foto mi raccomando 😦
La cosa bella è che non sento fame, freddo, noia, solo l’immensa voglia, una volta finito di scurire progressivamente i toni, di prendere in mano l’adorata 6B e far diventare in qualche modo “vive” le cose che ho disegnato.
Mi piacciono tanto le ombre e le highlights… peccato saperli mettere a muzzo 😦 E’ anche per questo che mi sto esercitando…

Un disegno al giorno: Pencis

25/08/2011

Il primo disegno è già stato pubblicato qui sul blog.
E’ il primo disegno serio che sia riuscita a fare nella mia vita, dopo aver letto il libro “Disegnare con la parte destra del cervello” (sarà oggetto di un prossimo post 😛 ).
Dopodiché ho deciso di seguire un corso che si richiamava allo stesso libro.
Credo che questo disegno, in ogni caso, sia uno dei migliori che abbia fatto finora, anche se non è per niente rifinito… è il primo in cui ho sperimentato lo “stato alterato dell’artista”.
Una piccola anteprima: ho appena rifatto il ritratto a Francis e spero di pubblicarlo presto per un confronto.
Per farla breve: ecco Pencis

Il primo ritratto di Francis

Progetto: un disegno al giorno

25/08/2011

Uno dei miei hobby è disegnare. Credo di aver sempre avuto l’idea che mi sarebbe piaciuto farlo, ma come la maggior parte della gente, credevo di non avere il talento, il “sacro fuoco”. Chi sa disegnare lo fa con gesto talmente naturale che sembra esserci nato, perciò, visto che a me così naturale non viene, pensavo di essere negata, di non avere speranza di tenere una matita in mano.
Invece, complice un libro e un corso che ho seguito due anni fa (ne parlerò prossimamente), ho scoperto che chiunque può disegnare, ci sono alcuni trucchi per diventarne consapevoli e poi è una questione di affinare la tecnica.
Detto questo, si deve aggiungere la mia proverbiale pigrizia. Certo adesso so che, se volessi, potrei imparare a disegnare bene, il problema è che senza esercizio è impossibile fare dei bei lavori, ma mi deprimo se gli abbozzi mi vengono male. Insomma è un cane che si morde la cosa.
Ho anche libri su libri per imparare le tecniche, però la maggior parte, all’inizio, sono estremamente noiosi (avete presente aste e cerchietti dell’asilo? Ecco).
Perchè dico tutto questo? In questo periodo mi è venuta voglia di riprendere in mano le matite, di esercitarmi costantemente per rendermi conto dei miglioramenti. Voglio cercare di disegnare sempre, almeno un’ora al giorno per la maggior parte della settimana, un po’ seguendo l’estro creativo, un po’ seguendo i libri e i corsi che ho.
E per monitorare i progressi pubblicherò i disegni che faccio mano a mano, in generale saranno abbozzi per un lungo periodo, credo, perchè devo ancora riprendere familiarità con il mezzo e soprattutto non farmi spaventare dalle matite 😀
Per ora lavoro soprattutto con le matite, ma spero di vincere ulteriormente la pigrizia e di fare qualcosa anche con Illustrator.
Al prossimo post con il primo disegno!

Recensioni cinema: Il regno di Ga’Hoole – La leggenda dei guardiani

12/05/2011

Il regno di Ga'Hoole

Oggi festa grande: due recensioni e l’inaugurazione della nuova categoria “cinema”. Ho deciso di allargare l’ambito delle recensioni per ora alla settima arte: ho in mente un altro paio di film di cui parlerò nei prossimi giorni; inoltre penso di recensire altre opere moderne come le serie tv, i cartoni animati e se mi riesce anche i fumetti (vedremo!).
Sono particolarmente contenta di poterlo fare, visto che significa che posso di nuovo usare LaTeX!
Sono aperta a tutti i commenti, fatemi sapere che cosa ne pensate.

Divertitevi!

Il regno di Ga’Hoole – La leggenda dei guardiani

Recensioni ciclo Eco: Il cimitero di Praga

12/05/2011

Il cimitero di Praga Inserisco dopo una lunga gestazione, dovuta sia a vicende personali che informatiche, la recensione dell’ultimo libro di Eco, letto a gennaio. Non ho potuto naturalmente resistere a leggerlo in edizione deluxe.
Avviso che ci saranno alcuni spoiler all’interno della recensione, quindi consiglio chi è interessato a lasciarsi la recensione dopo la lettura del libro.

Divertitevi!
Il cimitero di Praga

Già pubblicati:

Il circolo della fortuna e della felicità
Io sono Dio
Il nome della Rosa

Il museo del Novecento

03/02/2011

Il quarto stato - Pelizza da VolpedoIl 4 gennaio, approfittando del riposto pre partenza, abbiamo deciso di dare un saluto provvisorio all’Italia con un giretto a Milano.

La scusa, presto trovata, è stata la visita al Museo del Novecento, aperto da appena un mese, comodo da raggiungere e soprattutto gratuito. Un museo che dovrebbe raccogliere in un unico luogo le opere novecentesche sparse per Milano, un luogo che finora mancava.

Un gran bel progetto, sulla carta. Sì, sulla carta.

Perchè se come me venite fortuitamente a sapere dell’esistenza di questo museo, e decidete di saperne di più, vi sembrerà di essere tornati nella biblica babele, anzi, peggio direi.

A cominciare dalla “mission” (miscioooon) del museo:

Diffondere la conoscenza dell’arte del Novecento per generare pluralità di visioni e capacità critica. Conservare, studiare e promuovere il patrimonio pubblico e la cultura artistica del XX secolo tramite ricerca e attività didattica. Lavorare su più piani per favorire un approccio interculturale e coinvolgere un pubblico che spazia dagli addetti ai lavori, ai bambini, al visitatore di passaggio

La mi****a!

(more…)

Nonno

02/02/2011

NonnoIl 21 dicembre se n’è andato mio nonno Quarto.

Sinceramente non riesco ancora ad immaginare di tornare a casa e non trovarlo sul divano, sempre sorridente, come era anche negli ultimi tempi. Alto e grosso, come me lo sono sempre ricordata. I capelli grigi sempre sotto il berretto, che a noi bambini piaceva rubargli per irritarlo.

Non ci si può rendere conto che la roccia della propria vita non c’è più.

Il nonno era la colonna invisibile della nostra casa e della nostra famiglia. L’ultimo Natale non è stato lo stesso, nonostante tutti si cercasse di essere allegri.

Nessuno fa mai caso alle gambe del tavolo. Sono lì, tengono su tutto, ma nessuno ci fa caso. Ma provate a levarne una.

(more…)

Io viaggio da sola

02/02/2011

La certosa di PaviaSto pensando a questo post da quest’estate. Ad agosto sono stata per conto mio a visitare la Certosa di Pavia. E’ un posto molto bello, relativamente vicino a casa mia. Quest’estate durante le ferie sono stata sola per la maggior parte del tempo ed ho deciso di non abbrutirmi a casa a vegetare: sono stata con un’amica al lago, sono stata dai miei a sistemare molte cose e, per l’appunto, sono andata alla Certosa di Pavia.
Bisogna prendere un paio di treni e un pullman, e fare una piccola camminata vicino alle risaie, un paio d’ore in tutto in un panorama che, per la maggior parte del tempo, è molto bello e suggestivo. Per chi abita sul lago fra le montagne è molto bello passare per città che stanno sul fiume e in pianura.
Sono riuscita ad arrivare in tempo per sentire la bella visita guidata del frate certosino, e mi sono goduta la passeggiata all’ombra.
Ma non è di questo viaggio in particolare che desidero parlare; in realtà vorrei parlare del viaggio in sè, e del viaggiare da soli.
Conosco persone che non amano girare da sole, fare gite e viaggi da sole, e le capisco; so che è noioso andare in giro tutti soli senza poter scambiare una parola con nessuno.
A me invece piace (con una certa regola, non sempre): mi piace fare gite o anche girare per città da sola. Posso alzare gli occhi sui particolari che voglio, fermare i miei passi dove voglio e soprattutto far andare la testa dove voglio, in silenzio, immaginando e pensando.

(more…)